182 Mulattiera del Plische



Segnavia Cai: 182
Dislivello: 190m in salita 130 discesa
Ore: 1.00
Lunghezza: 2500m
Difficoltà: Escursionistico
Competenza: CAI Verona Cesare Battisti



Itinerario

Passo delle Tre Croci - Passo Pische - Porta di Campobrun - Rifugio Scalorbi.

Descrizione
Naturale continuazione del 202 di Arroccamento che attraversa tutta la catena delle Tre Croci seguendo l'antica mulattiera di arroccamento.
L'itinerario segue parte dell'antica VIA VICENTINA tracciato molto frequentato che collegava la lessina vicentina a quella veronese.

Dal Passo Tre Croci 1716m confluiscono vari itinerari:
- 202 sentiero di Arroccamento che percorre tutto il crinale delle Tre Croci,
 111 Forcellino del Plische che attraversa un canalone detritico del Plische fino alla Forcella del Plisce e Porte di Campobrun
- 276 delle Molesse verso il rifugio Boschetto
- 190 della val del Diavolo verso Orti Forestali e rifugio Revolto.
- 182 Mulattiera del Plische verso Passo Plische e il Passo Pelegatta e Rifugio Scalorbi qui sotto descritto.


Il tratto verso lo Scalorbi Foto Marco Malvezzi

 Il sentiero tra i mughi risale il versante meridionale del Plisce, durante la salita i mughi lasciano posto alla pietra calcarea della zona, in alcuni punti, pur non presentando particolari pericoli, si presenta "aereo" offrendo un bel panorama sulla valle di Revolto e i suoi rifugi .

Durante il percorso si incontrano alcuni ricoveri scavati nella roccia e una piccola croce di ferro che segnala la fine dell'accidentato percorso.
Dopo la croce il fondo il percorso si presenta più sicuro, per congiungersi a passo Plische 1900m, nelle vicinanze del passo si osservano i ruderi di alcune costruzioni di servizio della sottostante cava di pietra che operava nella zona.
Dal passo Plische in breve discesa su agevole mulattiera si giunge alla Porta di Campobrun o Passo di Campobrun 1831m ore 0.50.


Croce sul sentiero Foto  -  Ex cava di pietra Andrea Baldrani

Qui si inseriscono i sentieri 111 Forcellino del Plische e 113 dell'Omo e la Dona ,  mentre la mulattiera continua la discesa che porta al già visibile rifugio Scalorbi 1767m ore 1.00

Criticità Pur non presentamdo particoalri rischi, il sentiero è da considerarsi alpinistico durante il periodo invernale, in particolare il versante del Plische esposto sulla valle di Revolto, è da evitare preferendo altri itinerari più sicuri.

Punti di appoggio
Rif Scalorbi

La Via Vicentina o Vesentina
Tracciato molto frequentato che collegava la lessina vicentina a quella veronese per proseguire poi in terra trentina.
Tratto 1 Crespadoro - Campofontana
Tratto 2 Campofontana - Passo Scagina Sentiero 205
Tratto 3 Passo Scagina - Zevola - Tre Croci Sentiero 202
Tratto 4 Tre Croci - Campobrun Sentiero 182
Tratto 5 Campobrun - Passo Pertica - Val di Ronchi Sentiero 109 *ipotetico

INFO: Si sconsiglia il percorso in caso di cattivo tempo, neve o ghiaccio vedi meteo e rischio valanghe.
Per lo stato del sentiero contattare sezione CAI di competenza o i gestori dei rifugi.
Consultare il Quaderno dell'escursionista del CAI Tregnago e Cartografica CAI





indietro pagina aggiornata 2012-10-05



Disqus 1