202 Sentiero di Arroccamento



Segnavia Cai: 202
Dislivello: 1050m in salita e 250 in discesa
Ore: 5.00, in senso inverso 4.10
Lunghezza:14.500m
Difficoltà: Escursionistico
Competenza: Cai Arzignano

Itinerario

Castagna di Marana - Cima Marana - Sella del Campetto - Passo della Porta - Malgo Campodavanti - Bocchetta Gabellele - Passo del Mesole - Passo Ristele - Passo Zevola - Passo Tre Croci - Mulattiera d'Arroccamento.



Descrizione
Panoramica dorsale della Catena della Tre Croci attraversata dal sentiero di arroccamento costruito in epoca pre bellica per rafforzare le linee difensive italiane.
L'itinerario segue parte dell'antica VIA VICENTINA tracciato molto frequentato che collegava la lessina vicentina a quella veronese.

Tratto Marana-Gabellele
Dalla Contrà Castagna in Marana nell'alta valle del Chiampo inizia questo splendido itinerario che ripercorre tutta la catena delle Tre Croci utilizzando il tracciato del sentiero di arroccamento, costrutito durante il primo conflitto su tracciati già esistenti, costituendo la spina dorsale del Gruppo.

Dal piccolo capitello di Castagna inizia assieme al 203 che incontreremo al Passo della Porta, percorrendo una mulattiera dal quale poco dopo si dividerà e continuando su ripido  tracciato  sale in direzione Nord Est giunge a Cima Marana 1545m ore 1.30, nei pressi della cima è presente un piccolo bivacco.





Dal Marana mantenendo la sommità si raggiunge Sella del Campetto 1549m ore 1.50 dove giunge il 133 Italo Soldà da Recoaro e da dove si sale al vicino Rifugio Monte Falcone 1603m.
Continuando in direzione Nord-Ovest si giunge al Passo della Porta 1531 dove si ricongiunge col 203. Continuando si supera Cima Rodecche tenendola alla destra e si percorrono i pascoli di Malga Campodavanti, per superare Passo Rodecche e giungere a Bocchetta Gabellele 1552m ore 2.40




Verso Campetto  Foto Gianni Dalla Costa Il Carega da Bocca Gabellele borgo antonio

Tratto Francesco Milani Gabellele - Ristele
Una targa intitola il tratto più ardito del sentiero a Francesco Milani storico gestore del vicino Rifugio Bertagnoli
Si abbandona la strada e si prende la mulattiera militare che aggira Cima Mesole in un ambiente fattosi più aspro, fino a breve raggiungere Passo del Mesole 1546m dove giunge il 207 dal Rifugio Bertagnoli , con l'aiuto di una passerella si superano i canaloni della Rocca di Giano, percorrendo una lunga galleria dove al  termine si raccorda il breve collegamento 210 col Bertagnoli , si aggira il Monte Gramolon per giungere in breve al Passo della Scagina 1548m ore 3.30 dove si incontrano i sentieri 205 da Campofontana e 221 dal Bertagnoli.
Il percorso entra ora nell'alta Val Fraselle, ove i pascoli mutano il severo ambiente finora incontrato.
Dal Passo Scagina un breve collegamento conduce a Malga Fraselle di Sotto, ignorando il collegamento si percorre in salita il largo sentiero a tratti su fondo erboso fino a giungere alla testata della Valle passando a fianco del Passo Ristele 1641m ore 3.50.

Tratto Ristele-Tre Croci
Dal Passo Risele si incontra il 121 del Ristele dalle Montagnole e Rifugio Battisti.
Si transita davanti a Malga Fraselle di Sopra e al bivio col 280 della val Fraselle per Giazza, si continua  in salitatra i pascoli dove in prossimità di Passo Zevola 1820m ore 4.30 giungono i sentieri 279 del terrazzo da Malga Terrazzo e Giazza, è possibile raggiungere la cima del Zevola 1976m
Questo tratto segue parte dell'antica VIA VICENTINA tracciato molto frequentato che collegava la lessina vicentina a quella veronese.


Verso lo Zevola Foto Sergio Repele  Pascoli della Vla Fraselle Foto Gianni Dalla Costa
Alta val Fraselle e malga Fraselle di Sopra Foto Ronald Menti

 Dal Passo Zevola si affaccia la valle di Revolto e il Gruppo del Carega nascosto in parte dal Plische, l'itinerario continua su ampio sentiero che in direzione Nord attraversa il Tre Croci per giungerne al Passo 1716m ore 5.00.

dal Passo Tre Croci 1716m dove confluiscono vari itinerari
dove confluiscono vari itinerari oltre al 202 di Arroccamento:
 - 111 Forcellino del Plische che attraversa un canalone detritico del Plische fino alla Forcella e Porte di Campobrun
- 182 Mulattiera del Plische verso Passo Plische e il Passo Pelegatta e Rifugio Scalorbi
- 190 della val del Diavolo verso Orti Forestali e Rifugio Revolto.
- 276 delle Molesse per la valle di Revolto e Rifugio Boschetto.


Verso il Garda Foto Ronald Menti       Rifugio Bertagnoli Foto Xotta Bruno
 
Punti di appoggio
Rifugio Monte Falcone
Rifugio Bertagnoli
Rifugio Battisti
Rifugio Boschetto
Rifugio Revolto
Rifugio Scalorbi

La Via Vicentina o Vesentina
Tracciato molto frequentato che collegava la lessina vicentina a quella veronese per proseguire poi in terra trentina.
Tratto 1 Crespadoro - Campofontana
Tratto 2 Campofontana - Passo Scagina Sentiero 205
Tratto 3 Passo Scagina - Zevola - Tre Croci Sentiero 202
Tratto 4 Tre Croci - Campobrun Sentiero 182
Tratto 5 Campobrun - Passo Pertica - Val di Ronchi Sentiero 109 *ipotetico



INFO: Si sconsiglia il percorso in caso di cattivo tempo, neve o ghiaccio vedi meteo e rischio valanghe.
Per lo stato del sentiero contattare sezione CAI di competenza o i gestori dei rifugi.
Consultare il Quaderno dell'escursionista del CAI Tregnago e Cartografica CAI




indietro pagina aggiornata 2012-10-10



Disqus 1